Il punto di vista e l'albero

 

Cosa vuol dire veramente avere un altro punto di vista? Questa frase viene spesso utilizzata nel gergo comune, “vedere da un’altra prospettiva”, “ cambiare punto di vista” o ancora “dal mio punto di vista…”.

Ma quanto potrebbe essere prezioso quel punto di vista?

Quando parliamo con le persone , talvolta non prendiamo neanche in considerazione una diversa interpretazione dei fatti, siamo già concentrati su come ribattere a quelle affermazioni perdendoci, in questo modo, l’ascolto dell’intera frase. Altre volte siamo troppo concentrati sulla nostra visione oppure, assolutamente convinti della nostra verità per perdere tempo a nel considerare un’ opinione diversa dalla nostra.

Provate a guardare una stanza della vostra casa da un’angolazione diversa, poi da un’altra e ancora da un’altra. Potreste coricarvi su un tappeto, oppure guardare la prospettiva sotto sopra chinando la testa o assumendo una asana yoga. Potrete vedere così elementi a cui non avete mai dato attenzione e punti luce prima sconosciuti.

Allo stesso modo, provate a guardare il mondo con gli occhi di un bambino, siamo stati tutti bambini quindi non sarà difficile. Tutto sembrerà più grande, le strade lunghissime, i campi d’erba infiniti, le persone tutte alte e un po’ “vecchiette”. Quando sei bambino anche le frasi hanno un peso enorme, chi non ricorda una frase detta da un adulto così tanto per dire o pronunciata al momento sbagliato con quella superficialità (che allora non conoscevamo ) e che ci è rimasta in testa come un mantra per anni, o forse ancora oggi?

Pensate da quante angolazioni sia possibile vedere il mondo, e quante ancora ce ne sono che non conosciamo.


Progetto senza titolo8jpg


Mancare di punti di vista potrebbe essere paragonato al conoscere l’aspetto di un albero solamente durante una stagione, ad esempio l’inverno. Se non conoscessimo la primavera, l’estate e l’autunno quell’albero sarebbe per noi solo un insieme di rami spogli e, di tanto in tanto,  coperto di neve o di brina. Ci perderemmo i germogli e poi i fiori della primavera, le foglie verdi e i frutti dell’estate, la luce che nelle diverse ore della giornata dona a quell’albero un aspetto unico … le foglie variopinte dell’autunno e ancora tutto il paesaggio intorno e i magnifici tramonti che donerebbero a quell’albero un’immagine irripetibile. 

Tu sei certo di voler perdere la possibilità di vedere tutto questo? La possibilità di accedere a prospettive diverse? La possibilità di considerare altri punti di vista ti da la possibilità di trovare soluzioni ideali ai tuoi problemi, di rispondere alle tue domande e di essere libero di scegliere. 

Questa è una capacità che può essere allenata, inizia col cambiare la tua posizione.

 Micaela Iaia